Il palazzo è un orologio: le sue cifre sonore seguono il corso del sole. […] Se i rumori si ripetono nell’ordine abituale, coi dovuti intervalli, puoi rassicurarti, il tuo regno non corre pericolo: per ora per quest’ora, per questo giorno ancora. […]
Il palazzo è un ordito di suoni regolari, sempre uguali, come il battito del cuore, da cui si staccano altri suoni discordanti, imprevisti. […]

Da Un re in ascolto, di Italo Calvino (1986)

Il momento che stiamo tutti vivendo sta sconvolgendo le nostre abitudini, le nostre percezioni, le nostre vite. I suoni, la loro assenza, ridisegnano un tempo di cui è possibile condividerne testimonianza, a futura memoria.

“Ecofonie”, progetto del Forum nazionale per l’educazione musicale dedicato ai rapporti tra esseri umani e ambiente attraverso il mondo dei suoni, lancia l’iniziativa #finestreinascolto in collaborazione con Musicheria.net e in raccordo con l’iniziativa #aprolafinestraeregistro promossa dall’Istituto Centrale dei Beni Sonori e Audiovisivi del MiBACT.

Ai tempi del Covid-19, l’invito è di affacciarsi alla finestra e di ascoltare, registrare (con il proprio smartphone o altri strumenti di registrazione) e documentare i paesaggi sonori di questo tempo sospeso, per incorniciare momenti sonori della giornata: suoni naturali ma anche antropici, tecnologici, diversi da quelli che siamo abituati a sentire nei luoghi dove ci troviamo di solito.

Puoi inviare la tua registrazione audio di 60 secondi (e una foto del luogo) a direzione.musicheria@gmail.com, oppure aderire alla campagna #aprolafinestraeregistro caricando i tuoi file sulla piattaforma https://locateyoursound.com/.